Home

scrivo

di tanto in tanto, fotografo

spesso, cerco il punto d’incontro

tra passione e lavoro

BOOTBLOG raccoglie buona parte di ciò che sono.

Giocare con le parole, grazie alla loro leggerezza e profondità, permette di colorare il quotidiano. Da qualche anno, qualcuno mi chiama Boot, non Chiara o Stival, Boot: mi diverte molto, così anch’io mi chiamo Boot, per cercare ciò che l’altra me non trova.

Dunque scrivo, per piacere e per mestiere.

Articoli recenti

  • Appunti di viaggio per “Così in terra” di Patrick Fogli
    Ogni volta che leggo un libro di Patrick Fogli resto affascinata dalla semplicità della scrittura e dalla trama del romanzo, aspetto che rende la lettura incalzante e leggera, scorrevole – e già di per sé è una caratteristica rilevante. Eppure, ciò che prediligo è l’ordito del tessuto narrativo [continua a leggere]
  • Silenzio-assenso, assenza, assenzio.
    È lì che, riportando lo sguardo verso la statale, vede la sagoma di Livia farsi sempre più grande. È scappata …
  • Qualcosa nella nebbia di Roberto Camurri
    Cercherò di dire qualcosa sul terzo libro di Roberto Camurri, uscito qualche settimana fa per NNEditore. Qualcosa che è più vicino a un’ipotesi, un’intuizione, che a una vera e propria recensione. Qualcosa che ha a che fare con la nebbia, la scrittura e tutto ciò che è in divenire e quindi, per sua stessa natura, non ha ancora assunto una forma precisa, delineata.
  • forse, eppure | short story
    Aspettare? Non ne siamo più abituati. – Forse abbiamo corso troppo, troppo velocemente. Forse abbiamo perso di vista i particolari, …
  • Vi racconto una storia
    La scorsa Primavera io e la mia amica Cristina Lovadina ci scambiammo una serie di vocali Whatsapp su quell’argomento senza …
  • Attilio | short story
    Attilio entra nella stanza che un tempo era una stalla, un ricovero attrezzi, un laboratorio d’idee, poi altro che non …